Grand Canyon, una difficile scelta!

SOUTH RIM

Considerato da molti come il “vero Grand Canyon”, il South Rim del Parco Nazionale del Grand Canyon presenta le viste che si vedono più spesso sulle riviste, siti web, Facebook o in TV.

Dal South Rim, puoi sperimentare il Grand Canyon da quasi due dozzine di punti panoramici, ognuno con i suoi attributi unici e molti che ti permettono di vedere fino in fondo nel cuore del Grand Canyon e il fiume Colorado. A circa 5 ore da Phoenix o Las Vegas, il South Rim è il più facilmente accessibile dalla maggior parte delle principali città occidentali. I voli per pendolari sono offerti anche nelle vicine Flagstaff, Arizona o Page-Lake Powell, Arizona.

Il Grand Canyon South Rim è spesso scelto dai visitatori che per la prima volta esplorano l’area, non solo per i suoi splendidi panorami, ma anche per l’abbondanza di servizi per i visitatori e attività orientate alla famiglia. Il South Rim è aperto tutto l’anno. A 1.800 metri sul livello del mare, il South Rim ha quattro stagioni distinte.

L’estate è prevedibilmente calda e asciutta, con tempeste monsoniche pomeridiane che si verificano durante i mesi di luglio e agosto. I massimi durante il giorno corrono negli anni ’80 e ’90 durante il giorno, con i minimi notturni negli anni ’40 e ’50. La primavera e l’autunno sono di gran lunga i migliori periodi dell’anno in termini di tempo, con picchi pomeridiani di solito un’immagine perfetta 20-25 gradi. Le notti possono essere fredde, con i minimi degli anni 20 riportati durante i periodi di solito considerati estivi, quindi è meglio portare un cappotto in qualsiasi periodo dell’anno. Marzo e aprile sono soggetti a tempeste di neve di fine stagione; allo stesso modo, in settembre, tipicamente, si ottengono le ultime battute della stagione dei monsoni.

In inverno, il Grand Canyon National Park diventa quasi un mondo diverso. I massimi durante il giorno corrono negli anni ’30 e ’40, con serate sotto zero non mai udite. La neve è possibile tutto l’anno al Grand Canyon, ma gli importi più pesanti in genere cadono tra dicembre e febbraio. Mentre il Grand Canyon è di per sé spettacolare, la vista della grande gola avvolta in un manto bianco è nota per far piangere la gente. ma gli importi più pesanti in genere cadono tra dicembre e febbraio. Mentre il Grand Canyon è di per sé spettacolare, la vista della grande gola avvolta in un manto bianco è nota per far piangere la gente. ma gli importi più pesanti in genere cadono tra dicembre e febbraio. Mentre il Grand Canyon è di per sé spettacolare, la vista della grande gola avvolta in un manto bianco è nota per far piangere la gente.

Il South Rim ha ospitato visitatori sin dal 1850, quando il viaggio verso il parco (che all’epoca non era un parco) comportava una corsa in diligenza da 1 a 2 giorni. Lo sviluppo dell’area come destinazione turistica iniziò sul serio nel 1905, quando la Ferrovia Santa Fe commissionò la costruzione dell’Hotel El Tovar. Il lodge signorile, progettato da Charles Whittlesey, ricorda uno chalet  svizzero con alcune sfumature di un capanno da caccia di lusso. Sarebbe stato il primo di sei hotel che videro la luce all’interno del parco e amministrati dalla compagnia Fred Harvey, la cui reputazione per l’alloggio e la ristorazione è stata stabilita con l’avvento della ferrovia.

Negli anni ’50, la popolarità del Grand Canyon South Rim era cresciuta fino al punto in cui erano necessari più alloggi. La città di Tusayan, 7 miglia fuori dal parco, iniziò a riempire quel vuoto con la costruzione del Red Feather Lodge nel 1963. Il Best Western Grand Canyon Squire Inn e il Quality Inn Canyon Plaza aprirono negli anni ’70, e l’Holiday Inn Express e il Grand Hotel è arrivato a metà degli anni ’90. Ogni hotel (ad eccezione dell’Holiday Inn Express) ha il proprio ristorante e negozio di souvenir in loco, inoltre troverete un’ampia varietà di catene e ristoranti indipendenti, nonché un internet café e il General Store a Tusayan.

Tusayan è anche il sito del secondo aeroporto più trafficato dell’Arizona, il Grand Canyon National Park Airport e il famoso IMAX Theatre. Molti tour della zona del Grand Canyon, come tour in jeep, tour in aereo ed elicottero e tour di rafting partono proprio da Tusayan. Il South Rim del Grand Canyon è consigliato anche a chi viaggia con bambini piccoli, poiché ci sono moltissime attività adatte alle famiglie.

WEST RIM

Il Grand Canyon West e il Grand Canyon Skywalk sono la parte più vicina e più accessibile del Grand Canyon da Las Vegas, Nevada. Il Glass Skywalk, che a volte è chiamato skybridge ha pavimento in vetro, ed è diventato l’attrazione principale del Grand Canyon West. Grazie alla sua vicinanza a Las Vegas e allo Skywalk, il Grand Canyon West è diventato il secondo posto più visitato al Grand Canyon grazie al suo milione di visitatori annui.

Il Grand Canyon West si trova sulle terre tribali indiane di Hualapai e NON fa parte del Parco Nazionale del Grand Canyon . Tuttavia, questo è il Grand Canyon indipendentemente da chi amministra le sue terre. Per questo motivo l’ingresso al Grand Canyon West è unico ed è escluso dal National Park Pass. Le tasse d’ingresso della tribù Hualapai sono solo per il Grand Canyon West.

Lo Skywalk al Grand Canyon West è diventato un’esperienza molto ambita presso il Grand Canyon. Mentre si percorre lo Skywalk, si puoi guardare in basso e vedere solo l’aria che vi separa dal fondo del Grand Canyon. Fino a poco tempo fa, una sensazione come questa la si poteva vivere solo nelle nostre fantasie.

EAST RIM

Il Little Colorado River Tribal Park è uno dei segreti nascosti del Grand Canyon East. Di recente, Nik Wallenda, un noto funambolo Americano ha camminato sopra la Little Colorado River Gorge portando molta attenzione al Grand Canyon. Di nuovo, poiché il Grand Canyon è così grande e copre un’area così vasta, la maggior parte della gente pensava fosse al South Rim del Grand Canyon.

L’altro segreto nascosto al Grand Canyon East è Horseshoe Bend. Molti articoli sul web pubblicano questa foto associandola alle storie sul Grand Canyon, ma Horseshoe Bend si trova però a 7 miglia dall’inizio del Grand Canyon. La cosa grandiosa di Horseshoe Bend è che potrete scattarvi una foto con il fiume Colorado sullo sfondo. Questo non è possibile dal North Rim o dal South Rim. Questo è il motivo per cui Horseshoe Bend sta rapidamente diventando un’attrazione legata al Grand Canyon.

NORTH RIM

Sebbene faccia parte dello stesso Parco Nazionale, il North Rim del Grand Canyon è sorprendentemente diverso dalla parte sud. Mentre il South Rim brulica di attività durante l’alta stagione, al North Rim, si possono ancora sentire i rumori inconfondibili del canyon riecheggiare nell’aria.

A 2.600 metri di altitudine, il North Rim ha una temperatura di circa 10 gradi più fredda rispetto al margine meridionale e riesce a supportare la vita animale e vegetale che il South Rim più secco non può, come, betulle, aceri e querce e anche lo scoiattolo di Kaibab con il suo mantello grigio metallizzato e le sue orecchie a ciuffi.

La stagione del Grand Canyon North Rim è relativamente breve. È aperto da metà maggio a metà ottobre a causa delle abbondanti nevicate durante i mesi invernali. E ‘anche meno accessibile dalla maggior parte delle principali città occidentali rispetto al South Rim (6 ore da Las Vegas, 8 ore da Phoenix, 7 ore da Salt Lake City).

Le temperature estive sono sorprendentemente piacevoli anche se le notti rimangono piuttosto fredde fino alla tarda primavera. Per coloro che lo visitano in autunno, in particolare la seconda o terza settimana di settembre, il Grand Canyon North Rim è il posto ideale per uno spettacolo radioso di colori autunnali grazie alla folta vegetazione della zona.

L’area di visita principale del Grand Canyon North Rim è molto più piccola di quella del South Rim. Mentre il South Rim ha quasi due dozzine di punti di vista principali, il North Rim ne ha solo tre. Le viste stesse sono anche molto diverse da quelle che si vedono dall’altra parte, mentre le viste dal South Rim del Grand Canyon tendono a rivelare la profondità del Grand Canyon, le viste dal North Rim sono più ampie.

Il fiume Colorado è visibile da diversi punti panoramici del South Rim, mentre dal North Rim, si deve sbirciare attraverso la Angel’s Window per vedere un piccolo frammento del fiume. Ma coloro che hanno visto il canyon da entrambe le parti tendono ad essere d’accordo sul fatto che il North Rim è il lato più bello del Grand Canyon: più calmo, più tranquillo e ricorda quello che i Parchi Nazionali potrebbero essere stati negli anni passati.

I servizi per i visitatori del Grand Canyon North Rim sono meno numerosi e di dimensioni inferiori rispetto al South Rim. Il Grand Canyon Lodge è l’unico lodge all’interno del North Rim. Costruito negli anni ’20 e finanziato anch’esso dall’industria ferroviaria, il Grand Canyon Lodge ha una manciata di camere, oltre ai servizi di ristorante, lounge, gastronomia, campeggio e negozio di souvenir.

Gli alloggi fuori dal parco sono minori rispetto al South Rim, con il Kaibab Lodge (5 miglia fuori dal parco) e il Jacob Lake Lodge (50 miglia a nord del parco) che aiutano nei periodi di alta stagione e l’alloggio più vicino si trova a circa 90 minuti dal parco.

Escursioni, visite guidate e programmi guidati da ranger sono le attività principali offerte al North Rim. Pochissimi tour commerciali sono offerti nelle immediate vicinanze del parco; la maggior parte si svolge in comunità periferiche come Kanab, Utah, St. George, Utah, o Page-Lake Powell, Arizona.

Il North Rim è il posto ideale per le coppie e le famiglie che cercano una vacanza tranquilla. È anche una buona alternativa per coloro che sono già stati nel South Rim. Gli escursionisti, i fotografi e gli amanti della natura apprezzeranno probabilmente il North Rim. I visitatori che viaggiano in autunno, in particolare a fine settembre, dovrebbero seriamente prendere in considerazione almeno una breve visita al North Rim per sperimentare gli spettacolari colori autunnali della Kaibab National Forest.

Se state programmando una visita sulla West Coast e non volete perdervi il Grand Canyon e le altre splendide tappe di quest parte degli Stati Uniti, scriveteci e partite alla conquista del vostro mondo con I Viaggi dell’Imperatore.

Related Posts
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *